Sinistra Italiana, una delle tante

Sinistra Italiana rappresenta il principale partito di sinistra nel panorama politico italiano al 2017. Questo proviene da SEL (Sinistra Ecologia e Libertà), che discende dal Partito della Rifondazione Comunista (PRC), a sua volta discendente dal Partito Comunista Italiano (PCI).

Proprio dallo scioglimento del Partito Comunista Italiano avvenuto nel 1991 a seguito della caduta del muro e dei riassetti a livello internazionale dell’ideologia, nacque il Partito della Rifondazione Comunista. In esso confluirono molti iscritti del PC, mentre altri confluirono nel Partito Democratico della Sinistra (PDS, con una quercia e il simbolo della falce e martello sotto di essa).

L’era di SEL

Nel 2009, attorno alla figura carismatica di Nichi Vendola si formò il partito di SEL, Sinistra Ecologia e Libertà, in cui confluirono Sinistra Democratica, Movimento per la Sinistra (dello stesso Vendola), Unire la Sinistra, Associazione Ecologisti. Questo nasceva per colmare il “vuoto drammatico di sinistra” dovuta alle tante scissioni e alla disgregazione in tanti piccoli partiti (come ad esempio Sinistra Alternativa).

Alle elezioni politiche del 2013, SEL si unì alla coalizione Italia Bene Comune, guidata da Pier Luigi Bersani, che vinse con poco scarto sul PDL di Silvio Berlusconi.

SEL si è scisso nel 2014, dopo che i cofondatori Migliore e Fava decidono di votare a favore del Sì al decreto IRPEF sui famosi “80 euro di Renzi”, ovvero un’aggiunta sulla busta paga per i redditi medio bassi. Alla questione degli 80 euro si aggiungerà quella più generale di appoggio o rottura del governo Renzi. Il risultato finale sarà la dissoluzione, completata nel dicembre del 2016.

Il ruolo della sinistra. Da Berlinguer a Oggi

Ai tempi di Berlinguer, il Partito Comunista Italiano raggiunse una quota superiore al 30% mentre oggi si parla di cifre inferiori al 4%. Dov’è la sinistra? E’ soltanto dislocata in tanti piccoli partiti che litigano tra loro? Oppure tanti simpatizzanti sono passati a dare la fiducia al Movimento 5 Stelle? Sono confluiti nel Partito Democratico? C’è da dire che sono passate tante generazioni dai tempi di Berlinguer, della sinistra forte e tanta acqua è passata anche sotto i ponti dell’economia, oggi più veloce, spietata, globalizzata e virtualizzata. Un tempo al Partito Comunista ci si riferiva come al Partito che rappresentava gli operai, i lavori del basso ceto, i richiedenti dei diritti umani e sociali. Oggi, non solo s’è perso il partito, ma anche il senso sociale e politico che animava i suoi attivisti. La sinistra aveva un ruolo ben preciso. Ce l’ha ancora? Lo scopriremo nei prossimi anni.

Sinistra Italiana

Dal 2017, il partito di sinistra più influente in termini di popolarità è divenuto Sinistra Italiana, in cui sono confluiti i membri di SEL. I suoi principi ideologici sono gli stessi di sempre: socialdemocrazia, socialismo democratico, ecosocialismo.

Dopo che per anni Nichi Vendola è stato il nuovo personaggio di spicco della sinistra in Italia, lo stesso si è fatto da parte per dedicarsi alla propria vita privata. La svolta, per Sinistra Italiana, potrebbe arrivare dal riaggancio con l’universo dei lavoratori e dal potenziamento di alcuni sindacati come la FIOM, il cui segretario Landini ha manifestato sempre dei principi molto congruenti con quelli della sinistra pronipote del PC.